La Produzione Di Minatori Bitcoin Negli Stati Uniti È Appena Iniziata

Whatsminer, il secondo più grande produttore di attrezzature per il mining di Bitcoin al mondo, ha dichiarato ufficialmente di aver iniziato a produrre attrezzature per la produzione di Bitcoin negli Stati Uniti. Il nuovo movimento sarà prodotto da Synos Corporation.

L’azienda attualmente produce principalmente macchine da mining con sistemi di raffreddamento ad aria, con una capacità produttiva mensile di circa diecimila unità, che potrebbe aumentare a trentamila unità ogni 4 settimane nei prossimi mesi.

La dichiarazione del creatore

La dichiarazione è stata creata in un post su Twitter da Kevin Zhang, ma non è stato fatto alcun annuncio ufficiale attraverso i media confermati dall’istituzione, anche se sono stati lasciati accenni a sostegno delle affermazioni di Zhang. Pertanto, la veridicità di questa dichiarazione è ancora sconosciuta.

L’incertezza deriva dalla mancanza di comunicati stampa relativi al sistema di spedizione. Questa nuova decisione di Whatsminer è un tentativo di modificare la produzione di Bitcoin. Finora, le aziende cinesi hanno monopolizzato la produzione di minatori di Bitcoin, che vengono scambiati con altri Paesi del mondo.

L’aumento dei prezzi dell’energia

La produzione di Bitcoin è una procedura ad alta intensità energetica e il consumo di energia è una preoccupazione globale. La maggior parte dei Paesi non è d’accordo con questo tipo di azione a causa del loro ritmo di consumo energetico avanzato. Gli Stati Uniti si stanno trasformando in un hub di mining, con il gigante Intel che è stato uno dei primi a partecipare al mercato dei blocchi.

Whatsminer ha fatto un passo deciso per entrare nel mercato statunitense e questa nuova decisione è un passo importante in tal senso. Questo ha serie implicazioni per il trading di Bitcoin e per l’ecosistema in generale.

Si tratta di un primo piccolo passo verso un sistema finanziario completamente diffuso, ma è un passo avanti. Sono ancora troppo poche le organizzazioni che producono ASIC, ma l’industria non è ancora confinata in un altro continente.

È più economico e veloce ottenerli dagli Stati Uniti che dalla Cina. È stato un punto di svolta per la produzione di Bitcoin e per gli Stati Uniti. I minatori di tutto il mondo soffrono di grandi costi per l’energia e 0 attrezzature disponibili, mentre la difficoltà della produzione di Bitcoin diventa sempre più alta e richiede ancora più tempo di prima.

Previous Article
Next Article

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Name Price24H (%)
Bitcoin (BTC)
$17,156.11
-0.39%
Ethereum (ETH)
$1,265.28
-1.38%
Tether (USDT)
$1.00
0.00%
XRP (XRP)
$0.388373
-0.97%
Litecoin (LTC)
$76.33
-1.94%